giovedì 2 luglio 2015

giovedì 2 luglio 2009

Il miso, "fonte di sapore"

Magnifica fonte di proteine di alta qualità, è un prodotto fermentato naturalmente di leguminose e graminacee ed è importante sia per la sua qualità come condimento sia per il suo contributo nutritivo. La zuppa di miso, servita a colazione con riso e verdure sotto sale, è una vecchia usanza giapponese, come il caffè del mattino in occidente. Entrambi sono forti alcalinizzanti del sangue, risvegliando il sistema nervoso, ma, mentre la zuppa di miso è un energizzante (yang) il caffè è un dispersore di energia (yin).
Il miso fornisce sali minerali e fermenti lattici, contiene carboidrati, vitamine E, B2, B12, calcio, fosforo, ferro, potassio, magnesio, oltre a zolfo e rame. E' presente inoltre una quantità equilibrata di grassi di alta qualità.
Le proteine della soia sono carenti di certi amminoacidi che sono considerati essenziali: questa carenza viene riequilibrata dal fatto che il miso viene preparato anche con l'aggiunta di orzo o riso che contengono gli amminoacidi necessari in quantità complementari.
Il miso contiene importanti quantità di acido linoleico e di lecitina che aiutano a dissolvere il colesterolo nel sangue e mantengono le arterie flessibili. E' anche un alimento ottimo per coloro che soffrono di allergie, poichè le reazioni allergiche sono causate da un intestino debole che ha difficoltà nel trasformare le proteine vegetali o animali in proteine corporee.
Utile per rassodare i muscoli, favorisce la circolazione e la digestione.
Importante: non farlo bollire in quanto ricco di enzimi.
Preparazione: sciolto in un po' d'acqua; se avanzato, conservarlo in frigo, non deteriora.
Miso mugi: composto di orzo, soia, sale marino e acqua. Preferibile per uso quotidiano.
Miso hatcho (mame): preparato con soia, sale marino e acqua. Sapore forte.
Miso kome: combinazione di soia, riso integrale, acqua e sale marino.
Miso genmai: preparato con riso integrale, orzo, sale marino, acqua.
Miso nattho: composto di orzo, kombu, zenzero, malto d'orzo, sale marino, acqua.
Miso shiro (bianco): composto da riso bianco, soia, sale, acqua. Sapore dolce.

sabato 27 giugno 2009



La costa del Gargano, meraviglioso connubio di mare blu, cielo celeste e il verde della Foresta Umbra... mi è rimasta nel cuore, come Vieste, il Pizzomunno, la freschezza dei suoi cibi, la gentilezza dei suoi abitanti...

martedì 2 giugno 2009

I vegetali marini

Le alghe sono una fonte importante di sali minerali, che non si trovano con la stessa abbondanza nelle verdure di terra. Eccezion fatta per alcuni pesci, sono l'unica sorgente naturale di iodio e contengono vitamina E, A, B1 e B12.
Arame (alga bruna): ricca di ferro e calcio, può essere usata come rimedio per curare i disturbi degli organi riproduttivi femminili.
Dulse (alga rossa): contiene moltissimo ferro, vitamina C, potassio, magnesio e fosforo. Aiuta la digestione assunta dopo i pasti. La particolare combinazione di vitamine, sali minerali e aminoacidi la rende uno strumento ideale contro lo stress. E' la più yin.
Hijiki (alga bruna): ricchissima di calcio, è un'alga di rigenerazione per eccellenza, è cicatrizzante, rinforza, facilita l'abbassamento del tasso di colesterolo, previene la carie, limita i capelli bianchi, è raccomandata durante la gravidanza. E' la più yang.
Kelp (alga bruna): ricca di minerali e calcio, è un coadiuvante nelle diete dimagranti, stimola il metabolismo, utile per l'obesità, favorisce la perdita di peso, di aiuto per il sistema immunitario, per la cellulite. Il suo alto contenuto in iodio la rende utile nel funzionamento della tiroide e per regolare il metabolismo e permettere di bruciare i grassi in eccesso.
Kombu (alga bruna) : molto ricca di minerali e calcio, può essere riutilizzata più volte. Ottima per artrite, eccesso o insufficienza di pressione, gotta, tumori, malattie delle arterie, decalcificazione, ernie ed emorroidi. Viene raccomandata in casi di sclerosi, negli squilibri ghiandolari, nelle malattie polmonari e cardiovascolari, malattie della tiroide, come anche nella prevenzione delle malattie degenerative. Agisce come depurativo naturale dell'intestino.
Nori (preparata con alga rossa): la più ricca di proteine e vitamine B e C, calcio e vitamine A e F, contiene zinco, manganese, rame e selenio. Previene i disordini cardio-circolatori, è appropriata per le sindromi premestruali, gioca un ruolo essenziale contro i problemi cutanei (pelle secca e increspata, desquamazione, eczema).
Wakame (alga bruna): ricca di proteine, ferro, calcio e magnesio, contiene vitamina B9. Favorisce l'eliminazione dei grassi ed è ottima per problemi di pressione alta e problemi cardiaci. E' disintossicante per il fegato e favorisce il transito intestinale.

mercoledì 20 maggio 2009

I cereali, la base costante

I cereali integrali sono la base costante dell'alimentazione. Contengono alte percentuali di vitamine B e sei tipi di amminoacidi tra i più importanti: per completarne l'assunzione associarli ai legumi.
Il miglio può essere classificato come il più yang, il mais il più yin.
Miglio: è l'unico cereale alcalino, ottimo per le persone che soffrono di acidosi, indicato per chi è affaticato e per chi ha disturbi a stomaco, milza o pancreas. Ricco di vitamina A, ferro, proteine, grassi e minerali, esplica la sua azione sullo smalto dei denti grazie alla presenza di acido salicilico, agendo quindi sui capelli, le unghie e la cute in genere. Apporta una buona quantità di magnesio e fosforo ed e' un buonissimo digestivo, nutriente e diuretico.
Riso: fonte di calcio e ferro, contiene il più elevato tenore di vitamine B ed è il più leggero. E' benefico per il sistema nervoso e il cervello e ottimo per chi soffre di allergie. Eccellente energetico, è utile nelle cure per l'ipertensione e l'arteriosclerosi. Il germe del riso integrale contiene l'acido fitico che aiuta il corpo ad espellere i veleni. E' consigliato di utilizzare chicchi di riso corto nei periodi freddi e chicchi di riso lungo in quelli caldi.
Frumento: è il cereale che contiene più vitamine, sali minerali, grassi, amidi, proteine. Molto nutriente, è indicato per chi ha disturbi al fegato, arteriosclerosi, depressione, anemia.
Orzo: ricco di fosforo, magnesio, potassio, vitamina PP, calcio e ferro, si distingue dagli altri cereali per il notevole contenuto di fibre. E' rimineralizzante delle ossa, previene le affezioni polmonari e cardiovascolari, è nutriente e tonico, ed è molto indicato in caso di gastriti, coliti e cistiti. Esercita anche un'azione antisettica sull'intestino.
Segale: contiene una grande quantità di proteine e di vitamine del gruppo B. Produce energia e resistenza, ottimo per fornire potenza muscolare.
Avena: ricco di minerali, proteine e vitamina B1 e B2, ha un elevato contenuto di grassi. Ha proprietà diuretiche, regolarizza la funzione intestinale, la tiroide e rinforza tendini e ossa. È utile a chi soffre di insonnia, di disordini dell'appetito e di emorroidi.
Mais: è il cereale più dolce e si tramuta facilmente in zucchero nel corpo. Contiene materie azotate, grassi, carboidrati, sali minerali e vitamine E - B. Eccellente per il cuore, è rinfrescante, ottimo produttore di sangue e fornisce molta energia.
Grano saraceno: non è un cereale ma il seme di un'erba ed è più yang di ogni altro cereale. Ha un elevato contenuto di vitamine E e produce rapidamente un buon sangue, benefico per i reni, ottimo per le persone debilitate.
Altri cereali:
Amaranto: ricco di proteine, ha un elevato contenuto di calcio, fosforo, magnesio e ferro. Grazie inoltre all'elevato contenuto di fibre, ha un effetto positivo sulla digestione e sul ricambio.
Bulghur/bulgour: grano tenero pregerminato e poi seccato e frantumato. Vanta le proprietà nutrizionali del frumento, quindi una buona fonte di fibre, vitamine del gruppo B, fosforo e potassio.
Couscous: semola generalmente di grano duro, precotta, preparata anche con altri cereali. Grazie all'elevato apporto di fibre, stimola l'intestino.
Kamut: è ricco di amminoacidi, vitamine e minerali ed è caratterizzato da un alto livello di digeribilità; importante il contenuto in selenio, oligoelemento ad azione antiossidante. Notevole il contenuto lipidico, e quindi l'apporto energetico, ma la qualità più distintiva è certamente il suo contenuto proteico, superiore del 40% rispetto a quello del frumento.
Quinoa: contiene fosforo, magnesio, potassio, manganese, ferro, zinco ed è ottima fonte di proteine.

lunedì 18 maggio 2009

La musica

...ci accompagna sempre, ci trasporta, emoziona la vita, fa' vivere sensazioni diverse, ci appaga, segna... E cresce con noi